Archivio della categoria: tecnologia

Il servizio Multi Pec di Start Up srl

Il servizio Multi Pec di Start Up srl permette di trovare un rimedio a uno dei problemi tipici della posta elettronica certificata, e cioè l’impossibilità di usare il campo CCN, quello della copia nascosta, che permette di spedire un messaggio a più destinatari. Con Multi Pec, questo inconveniente viene meno: l’utility mette a disposizione l’opportunità di selezionare, con una semplice spunta, i destinati di un messaggio di posta elettronica certificata. Il funzionamento è simile a quello di una pec normale: è sufficiente scrivere il testo che si vuole inviare ed eventualmente allegare i file. Dopodiché, per personalizzare in modo automatico il testo della pec e l’oggetto si può sfruttare la funzione Stampa / Unione, e a quel punto è tutto pronto: si può spedire la pec a più destinatari, partendo dagli indirizzi segnalati negli elenchi.

Ovviamente ciascun destinatario riceverà unicamente il messaggio a lui destinato, e nessuno potrà vedere gli indirizzi di posta elettronica degli altri destinatari, proprio come quando ci si affida alla copia nascosta. I vantaggi che vengono offerti da Multi Pec sono molteplici, a cominciare dalla versatilità del servizio, che può essere configurato come si vuole: il database in cui sono inseriti gli indirizzi dei destinatari, per esempio, può essere gestito attraverso vari filtri, in modo tale che i nominativi vengano raggruppati in insieme logici. Il tutto è orginato in un foglio di calcolo OpenOffice o Excel, all’insegna della massima precisione.

Nel caso in cui si abbia la necessità di usare gli indirizzi di posta elettronica certificata che vengono selezionati anche in altri applicativi, o semplicemente con un’altra casella mail, basta ricopiarli negli appunti e poi incollarli.

Insomma, questo strumento è in grado di superare il limite tipico delle pec, consentendo di inviare messaggi a più destinatari in modo semplice ed efficace. Ogni invio è registrato, per poi essere archiviato all’interno di un file di log. Multi Pec può essere utilizzato da chiunque: dalle industrie e dalle imprese di piccole, medie o grandi dimensioni, ma anche dalle agenzie di servizi alle aziende, dalle cooperative, dagli studi professionali, e così via. Le opzioni disponibili sono numerose: non solo l’invio di una pec massiva a destinatari diversi, ma anche l’invio di una mail massiva singolarmente a più di un destinatario e persino l’invio di sms. In questo caso, le modalità da seguire per la selezione dei destinatari non cambiano: il gestore Volasms si occupa del numero dei crediti sms che rimangono dopo ogni utilizzo. 

 

Espositori in cartone: davvero sono la scelta ideale per le fiere di settore?

Le fiere di settore sono eventi davvero molto importanti per le aziende, eventi che possono fare la differenza in quanto consentono ad ogni realtà aziendale di allargare notevolmente i propri orizzonti e di raggiungere il cuore di molti possibili clienti o collaboratori, difficilmente raggiungibili con altri mezzi.

Ovviamente sono disponibili fiere di settore di varia tipologia. Ci sono, ad esempio, le fiere destinate solo agli addetti ai lavori: occasione ideale questa per accrescere il proprio business dall’interno, per creare una rete di collaborazioni che potrebbe portare ad un punto di svolta davvero molto importante. Ci sono poi anche le fiere destinate anche al grande pubblico, dove è possibile riuscire quindi ad accrescere senza grandi sforzi la propria clientela. Ci sono poi quelle fiere che non sono destinate ad un settore specifico, ma che vogliono riuscire a mettere in mostra le eccellenze più interessanti di un territorio, fiere che forse possono essere, dobbiamo ammetterlo, un po’ dispersive, ma che consentono comunque di mettersi in mostra in modo davvero eccellente.

Qualunque sia la fiera a cui avete deciso di partecipare o a cui siete stati invitati, è ovvio che avrete bisogno di espositori ad hoc che vi permettano di catturare l’attenzione dei potenziali clienti. Ma quali sono gli espositori migliori? Quale materiale è il più adatto? È vero che gli espositori in cartone sono una delle scelte migliori che le aziende possano fare? Sembra strano, ma è proprio così. Sembra strano perché oggi sono molti altri i materiali con cui gli espositori possono essere realizzati e su cui è possibile stampare, materiali che però hanno dei lati negativi che invece il cartone non possiede.

Come abbiamo appena detto su molti altri materiali è oggi possibile stampare, ma il cartone permette una stampa ad altissima risoluzione sicuramente più nitida e capace di durare molto più a lungo nel tempo. Inoltre, nonostante anche gli altri materiali possano essere tagliati in molte diverse forme, il cartone si presta ad ogni possibile sagomatura, anche a quelle più complesse, permettendo così agli espositori che andrete a realizzare di distinguersi nella massa. Il cartone inoltre è davvero molto leggero e quindi semplice da realizzare. Si tratta anche di un materiale ecologico, che permette quindi alla vostra azienda di mostrarsi come sostenibile dal punto di vista ambientale, un dettaglio questo che, possiamo assicurarvelo, non dovete assolutamente sottovalutare.

Ovviamente non è facile trovare aziende che siano davvero in grado di garantirvi una qualità eccelsa, perchè molte sottovalutano purtroppo il potere che il cartone detiene e tutti i vantaggi del suo utilizzo. Possiamo consigliarvi noi un’azienda davvero molto interessante, GekoPrint. I professionisti che lavorano in GekoPrint sono in grado di realizzare ogni genere di espositore in cartone per i più disparati utilizzi, garantendovi una grafica eccellente e una stampa di alta qualità. Il tutto direttamente dal computer: potete progettare il vostro espositore e inviarlo in stampa in due click appena, ricevendolo direttamente in ufficio oppure a casa. I prezzi inoltre, è giusto ricordarlo, sono davvero concorrenziali rispetto alla media di mercato. Provare per credere!

Cos’è Google Maps Business Wiew

Una possibilità offerta da Google, molto utile a chi possiede un’attività da pubblicizzare e, allo stesso tempo, interessante per i fotografi professionisti.

Google ha, infatti, allargato la tecnologia Street View creandone un’importante variante attraverso il progetto Google Maps Business View. Adesso, quando viene effettuata una ricerca su Google, si può accedere subito e virtualmente all’interno di una attività, effettuando una semplice ricerca su Google maps o Google, sia da desktop che da dispositivo mobile. Per capire a fondo le potenzialità di questo “prodotto” di Google non bisogna commettere l’errore di pensare che si tratti solo di “belle foto”.

Con l’utilizzo di questo servizio, infatti, le attività mettono a disposizione dell’utente/navigatore importanti informazioni che non sono normalmente subito visibili da una classica ricerca Google; quindi orari di apertura, categoria commerciale, sito di riferimento, recensioni, etc. il tutto velocemente e direttamente anche vostro smartphone. L’utilità del servizio Google Maps Business View è a beneficio sia di grandi catene nazionali di grande distribuzione sia di piccole attività locali.

In che modo questo nuovo servizio coinvolge anche i fotografi professionisti? Per potere far parte della rete Google Maps Business View (GMBW) il responsabile di un’attività, deve ingaggiare un fotografo certificato (da Google) che, con strumenti professionali e dedicati al servizio effettuerà un tour virtuale a 360° di alta qualità.

Ad esempio, un piccolo e caratteristico bistrot, ha recentemente deciso di testare questa tecnologia per valutarne i benefici, ha così deciso di ingaggiare un fotografo professionista (certificato da Google) per realizzare il tour della location, e aiutare l’azienda nell’integrazione delle informazioni mancanti nel profilo Google.

Già durante il primo mese, le loro statistiche Google Business Insights hanno mostrato un numero di visite ben più alto rispetto a quello delle visite dirette al loro sito web. Dalle statistiche stesse si è visto che un elevatissimo numero di telefonate provenivano direttamente dall’applicazione Google Maps per smartphone.

Si è dimostrato, ad esempio negli USA, che questa tecnologia ha dato prova di essere uno dei più validi e preziosi strumenti di marketing per ogni tipologia di business.

Smartwatch, guida alla scelta

Chi ha voglia di comprare uno smartwatch è chiamato a scegliere tra una grande varietà di modelli: ma come si può essere certi di trovare quello più adatto alle proprie necessità? Ogni elemento deve essere valutato con la massima attenzione, a cominciare dal cinturino: sarebbe meglio se fosse intercambiabile. Sono soprattutto le funzioni disponibili, però, a rendere più o meno utile un prodotto di questo tipo. Chi è solito praticare attività fisica in maniera frequente potrebbe aver bisogno di un sensore per il rilevamento del battito del cuore, ma anche di un barometro e di un contapassi.

D’altro canto, il miglior smartwatch per coloro che sono abituati a stare all’aria aperta è concepito e realizzato in modo tale da essere resistente alla polvere e alla pioggia: per capire se i modelli a cui si è interessati vantano tale caratteristica è sufficiente controllare le loro certificazioni. Anche la presenza di un sensore di luminosità si può rivelare molto utile, in quanto fa sì che il dispositivo regoli il livello di luminosità del display in modo automatico in funzione della luminosità che viene rilevata nell’ambiente circostante.

Prendendo in esame più nel dettaglio le funzioni tipiche di uno smartwatch, la maggior parte dei modelli è in grado di connettersi a uno smartphone attraverso il Bluetooth, mentre sono meno frequenti quelli che dispongono di uno speaker e di un microfono per le chiamate. In alcuni casi si possono trovare smartwatch che propongono uno slot per la Sim, grazie a cui gli utenti hanno la possibilità di inviare messaggi o di effettuare chiamate anche nel caso in cui non sia stato accoppiato un telefono. Una delle peculiarità più rilevanti è la durata della batteria: di solito l’autonomia è di al massimo un paio di giorni, a meno che non si opti per gli smartwatch dotati di display e-Paper che sono in grado di durare più a lungo, dal momento che si basano su una tecnologia paragonabile a quella degli e-book reader, ma che hanno il difetto di essere piuttosto introvabili.

Dal punto di vista dell’hardware, non si può fare a meno di verificare la potenza del processore, che è direttamente proporzionale alla Ram di cui si può usufruire e che condiziona la reattività dell’esecuzione delle applicazioni. Con la memoria interna, invece, si può archiviare la musica: così lo smartwatch diventa una sorta di lettore Mp3, e per ascoltare le proprie canzoni preferite non c’è nemmeno bisogno di avere lo smartphone nei paraggi.

Piattaforma Reviso: gestione contabilità e fatturazione smart

La gestione attenta della contabilità si rivela di importanza cruciale per un’azienda. Organizzare al meglio le fatture e tenere sotto controllo entrate ed uscite in modo costante è un’attività imprescindibile, che ci aiuta a monitorare l’andamento dell’impresa. In più, il costante dialogo con il commercialista diventa fondamentale se vogliamo ottimizzare incassi e pagamenti, senza rischiare di commettere qualche leggerezza. Sono molti i software che possono darci una mano a compiere questo delicato lavoro. Quello di cui parliamo oggi, però, non è un semplice programma per la fatturazione, si tratta piuttosto di una piattaforma in Cloud, efficiente e smart, capace di farci risparmiare tempo ed evitare errori. Si chiama Reviso: gestione contabilità.

 

Fatturazione in Cloud veloce e condivisa

 

La piattaforma Reviso di TeamSystem si contraddistingue per l’elevata possibilità di condividere documenti. Una volta che la nostra azienda riceve una fattura, è possibile inoltrarla in un attimo all’amministrazione sia in formato digitale che cartaceo. Nel secondo caso, infatti, tramite la fotocamera del nostro telefono possiamo catturare il documento e inviarlo al destinatario senza difficoltà. Un’altra peculiarità di Reviso è che si tratta di una piattaforma multiutente. In pratica, più persone possono prendere visione della stessa fattura contemporaneamente, snellendo gran parte delle operazioni. Fra queste anche la gestione contabile da parte del nostro commercialista, il quale può avere sottomano tutta la documentazione in qualsiasi momento. L’accesso a Reviso può essere eseguito da qualsiasi device, è sufficiente una connessione a internet. Questo perché l’archiviazione dei documenti avviene sul Cloud, senza occupare spazio fisico. Inoltre, non occorre scaricare app o programmi particolari per farlo ma è sufficiente aprire il nostro browser.

 

Altre funzioni di Reviso: gestione contabilità e fatturazione a 360 gradi

 

Grazie a Reviso, è anche possibile compilare direttamente le fatture in maniera veloce e comoda, richiamando dal Cloud le informazioni relative ai nostri clienti. Possiamo, poi, tenere sotto controllo gli incassi ed i pagamenti tramite lo storico delle operazioni archiviate. Stessa cosa per quanto riguarda i movimenti bancari. Ma Reviso non ci permette di gestire solo la fatturazione. Si tratta, infatti, anche di un potente strumento per il controllo di gestione. Grazie alle funzionalità aggiuntive della piattaforma, potremo effettuare dei controlli sul budget e valutare la redditività dei progetti che stiamo seguendo. Andando a monitorare i principali centri di costo, Reviso ci consente anche di rivedere la strategia aziendale e ottimizzare il nostro business.

 

Hi-tech business, l’IT al servizio dei viaggiatori d’affari

foto da linkedin.com

 

Organizzare tutto nei minimi dettagli, lasciando nulla al caso. Una filosofia che l’avventuriero e il backpacker rifiutano per principio, ma che invece rappresenta una sorta di Bibbia per chi viaggia per lavoro. Tempi stretti, una fitta agenda di impegni e una buona dose di stress da sopportare: il viaggiatore business che si sposta da una città all’altra per motivi professionali sa bene quanto sia importante ottimizzare tempi e costi, in modo da rendere la trasferta rapida e fruttuosa. Bando agli inconvenienti, dunque: tutto deve filare liscio e senza intoppi.

 

La tecnologia viene in aiuto al viaggiatore business. Booking, noto motore di ricerca per le prenotazioni alberghiere online, ha stilato una lista di tutti gli strumenti hi-tech che hanno letteralmente trasformato il mondo dei viaggi professionali. Alcuni agevolano il processo di prenotazione, altri alleviano lo stress.

 

WiFI in albergo
Secondo la ricerca di Booking il 18% dei business travellers vede nella connessione WiFI hotel gratuita e sicura un servizio prioritario irrinunciabile. Lo smartphone, oltre che per comunicare, diventa in viaggio lo strumento per conoscere il livello di traffico, annullamenti o ritardi dei voli, per prenotare un taxi o un aereo all’ultim’ora. Avere a portata di touch tutte le informazioni che servono rende la trasferta meno stressante.

 

Gadget da viaggio
Le trasferte d’affari sono solitamente brevi. Mordi e fuggi di pochi giorni, tra appuntamenti e riunioni interminabili. Serve viaggiare leggeri, dunque. Di alcuni gadget, però, è impossibile fare a meno. Booking ne ha individuati tre. Primo: un caricabatterie affidabile, per essere sempre reperibile e poter utilizzare in ogni momento smartphone, tablet o pc portatile; secondo, un localizzatore GPS, per identificare il bagaglio e annullare il rischio di perderlo; infine, un router WiFI portatile per creare una connessione personale in ogni dove.

 

Hospitality robotica

Tante strutture ricettive stanno investendo nella tecnologia di ultima generazione per incorporare innovazione e ospitalità, in modo da migliorare l’esperienza di soggiorno dal check in al check out. Chi si sposta per affari, generalmente è stanco e stressato, dopo un lungo viaggio o una impegnativa giornata lavorativa. Quando rientra in albergo, il business traveller cerca solo qualche momento di relax. Se ad accoglierlo ci fosse un robot addetto al trasporto del bagaglio? Allo Yotel Times Square di New York è già realtà. Nelle strutture del gruppo CitizenM di New York, Londra e Amsterdam, invece, un tablet presente in ogni camera consente di gestire con pochi tocchi la TV, l’apertura e la chiusura delle finestre, la regolazione della temperatura in stanza, l’illuminazione e pure la sveglia.