Archivio della categoria: tecnologia

Fortinet espande Secure SD-WAN al Network Connectivity Center (NCC) di Google Cloud

Fortinet® (NASDAQ: FTNT), leader globale nelle soluzioni di cybersecurity ampie, integrate e automatizzate, annuncia oggi l’integrazione di Fortinet Secure SD-WAN, soluzione leader del settore, al Network Connectivity Center (NCC) di Google Cloud. Fortinet ha esteso i vantaggi della Secure SD-WAN agli utenti di Google Cloud NCC per semplificare e migliorare la loro connessione tra siti distribuiti, workload e applicazioni di Google Cloud. Fortinet offre la più completa e semplificata esperienza cloud on-ramp attraverso Secure SD-WAN.

“Le società multinazionali a livello globale hanno un diverso approccio al mondo del cloud. Grazie all’integrazione tra Fortinet Secure SD-WAN e il Network Connectivity Center (NCC) di Google Cloud, Fortinet permette ai clienti di proteggere il cloud on-ramp nel cloud, tra i cloud e all’interno del cloud. Allo stesso tempo, Fortinet offre la migliore qualità di esperienza delle applicazioni, indipendentemente da dove l’applicazione viene distribuita”, commenta John Maddison, EVP of Products e CMO di Fortinet (ritratto sopra nella foto di apertura dell’articolo).

Proteggere i multi-cloud e i cloud ibridi su cui le aziende fanno affidamento

Oltre il 90% delle aziende utilizza multi-cloud e cloud ibrido, in modo da poter distribuire ovunque le proprie applicazioni – dal campus, alla filiale al data center al cloud. Per rendere visibile all’utente finale la sede di un’applicazione, le aziende devono interconnettere applicazioni e dati tra cloud, data center e filiali, e spesso a discapito della sicurezza e dell’efficienza operativa.

Fortinet affronta questa sfida fornendo una soluzione che risponde a più casi d’uso, garantendo una Quality of Experience (QoE) delle applicazioni senza soluzione di continuità, sicura e di livello superiore, indipendentemente da dove l’applicazione sia distribuita. Integrandosi con NCC di Google Cloud, Fortinet amplia le attuali capacità Secure SD-WAN e cloud on-ramp ai clienti di entrambe le aziende. La Secure SD-WAN di Fortinet, leader nel settore, con Network Connectivity Center permette ai clienti di interconnettere più efficacemente le applicazioni e i workload in esecuzione su GCP per il cloud ibrido e le implementazioni multi-cloud. Collegando un underlay native cloud first-party da GCP con il servizio Secure SD-WAN best-in-class e cloud on-ramp di Fortinet, l’azienda offre una soluzione veramente completa. Ciò si traduce in un’esperienza di migrazione al cloud più semplificata, automatizzata ed efficiente dal punto di vista operativo, il tutto con la migliore security intelligence e protezione del settore fornita dai FortiGuard Labs.

Fortinet garantisce sicurezza end-to-end per le aziende durante il passaggio al cloud e la semplicità operativa per i seguenti casi d’uso:

  • Connettività Site-to-Cloud e Site-to-Site per una migliore user experience: Fortinet Secure SD-WAN offre un’orchestrazione on-ramp senza soluzione di continuità per fornire ai clienti una connettività di rete veloce e affidabile che consente alle aziende di garantire la produttività attraverso siti distribuiti a livello globale e attraverso ambienti cloud.
  • Protezione del Cloud On-ramp: Fortinet assiste le aziende nel passaggio al cloud, fornendo un accesso più rapido alle risorse del cloud e la migliore user experience possibile. Di conseguenza, le aziende possono garantire che i loro dati critici, le applicazioni e i workflow siano sempre disponibili e che ricevano una protezione costante.
  • Sicurezza attraverso ambienti multi-cloud: Fortinet offre visibilità e controllo centralizzati e policy di sicurezza coerenti in ambienti multi-cloud, abilitando applicazioni e connettività sicure dal data center al cloud.
  • Sicurezza all’interno del cloud: Fortinet offre una cloud network security, la segmentazione, la visibilità e la protezione best-in-class alimentata da FortiGuard Labs per proteggere le applicazioni, i workload e i loro dati sottostanti all’interno del cloud dalle minacce in entrata e laterali.

Fortinet Adaptive Cloud Security per Google Cloud Platform

Grazie all’integrazione con NCC di Google Cloud, Fortinet espande il suo portfolio Adaptive Cloud Security con l’ampia lista di integrazioni esistenti con Google Cloud per fornire operazioni cloud ancora più integrate e semplificate. Fortinet garantisce agli utenti una sicurezza aziendale coerente e best-in-class per gli ambienti Google Cloud – based attraverso le seguenti integrazioni esistenti:

  • FortiGate Next-Generation Firewall su Google Cloud: FortiGate Next-Generation Firewall su Google Cloud offre funzionalità di rete e SD-WAN per aziende di tutte le dimensioni, con la flessibilità di essere distribuito come next generation firewall e/o gateway VPN.
  • FortiWeb Cloud WAF-as-a-Service: i gateway FortiWeb WAF possono funzionare in diverse aree di Google Cloud. Ciò permette alle aziende di filtrare il traffico applicativo all’interno della stessa area in cui risiedono le loro applicazioni, per soddisfare le richieste di performance e di regolamentazione, oltre a mantenere al minimo i costi del traffico.
  • Protezione del workload del cloud con FortiCWP: FortiCWP sfrutta l’integrazione a livello di API nei servizi di gestione e sicurezza di Google Cloud per monitorare e tracciare le risorse del cloud, comprese le loro configurazioni, attività e flow di traffico. FortiCWP si integra anche con Google Security Command Center (SCC).

Secure SD-WAN leader del settore grazie all’Adaptive Cloud Security

FortiGate Secure SD-WAN insieme a Adaptive Cloud Security abilita esperienze applicative migliori e più sicure per gli utenti e le filiali offrendo trasporto di dati crittografati, segmentazione granulare e protezione a livello applicativo contro le minacce avanzate. Fortinet fornisce anche una rete overlay senza soluzione di continuità con policy uniformi attraverso multi-cloud.

Fortinet Secure SD-WAN, riconosciuto da Gartner Magic Quadrant for Network Firewalls and WAN Edge Infrastructure, è l’unica soluzione sul mercato che fornisce funzionalità di rete e sicurezza convergenti in un’unica soluzione. Inoltre, l’Adaptive Cloud Security di Fortinet è supportato da un gran numero di partner e integrazioni dell’ecosistema Fortinet Fabric-Ready, consentendo ai clienti di integrare liberamente la sicurezza cloud di Fortinet in qualsiasi ambiente cloud.

Inoltre, Fortinet garantisce il più ampio livello di sicurezza native cloud con integrazioni rigide sulle principali piattaforme cloud tra cui GCP, consentendo ai clienti di automatizzare e orchestrare in modo sicuro tra tutte le principali piattaforme cloud pubbliche, network edge e data center.

Miglioramenti e aggiornamenti nella nuova versione ONLYOFFICE Docs, per una suite che è oggi priva di difetti

C’è chi pensa che le suite dedicate alla creazione e alla gestione dei documenti non possano migliorare con il passare del tempo, che gli strumenti ormai disponibili siano gli unici davvero utili, che non vi sia insomma spazio per l’innovazione. Non è affatto così. Le suite dedicate alla creazione e gestione di documenti, siano essi file di testo, fogli di calcolo oppure vere e proprie presentazioni, possono essere migliorate in modo anzi molto intenso, con funzionalità sempre nuove. Ne è una chiara dimostrazione la nuova versione 6.3 di ONLYOFFICE Docs, una versione aggiornata che consente di rispondere in modo preciso e puntuale a quelle che sono le esigenze odierne.

L’online editor diventa più semplice e veloce da utilizzare

ONLYOFFICE Docs è una suite open source pensata per tutte le imprese, sia piccole che grandi, ma anche per gli studenti, per chiunque abbia bisogno di lavorare e collaborare su uno stesso file in modo semplice, veloce e performante. Si tratta di una suite da sempre considerata eccellente che con la nuova versione 6.3 però migliora in modo davvero notevole. Prima di tutto, è stata aggiunta una dark mode che consente di lavorare in modo performante e senza affaticare gli occhi anche in condizioni di scarsa luminosità, anche durante il lavoro notturno. Inoltre, è presente una nuova opzione di scaling al 150%, che permette di far sì che l’interfaccia si adatti automaticamente in base alle impostazioni del sistema operativo così come in base alle impostazioni del browser. In questo modo è possibile lavorare su ogni monitor, anche su quelli in assoluto di più piccole dimensioni in possesso di HDPI alto, che sono poi i monitor più utilizzati oggi e con molta probabilità lo saranno anche in futuro.

Sono state poi inserite delle nuove funzioni utilissime, come la possibilità di avere sempre sotto controllo tutte le revisioni e le modifiche che sono state fatte ai documenti nel corso del tempo, nuove tipologie di grafico e la protezione tramite password. Andiamo a scoprire un po’ più da vicino anche queste importanti caratteristiche.

Le nuove funzionalità di ONLYOFFICE Docs 6.3

Ecco alcune delle nuove funzionalità introdotte in ONLYOFFICE Docs 6.3:

  • Track Changes. Abilitando questa funzione il singolo utente ha la possibilità di salvare revisioni e modifiche e far sì che siano sempre visibili, sia al singolo utente che a tutti gli altri utenti che collaborano allo stesso documento.
  • Protezione file con password. È possibile scegliere una password per i file di testo, per i fogli di calcolo e per le presentazioni in modo da proteggere il file al meglio. Senza la password non è possibile accedere a nessun dato del file.
  • Nuove tipologie di grafici. Per consentire una più semplice presentazione dei dati sono disponibili grafici a lena, grafici a dispersione, grafici combinati.
  • Funzione XLOOKUP per i fogli di calcolo, per cercare con rapidità un valore in un ben determinato dataset e poter poi restituire in modo immediato il valore corrispondente.
  • Tabelle pivot nei fogli di calcolo migliorate, con la possibilità di effettuare il raggruppamento e la scomposizione dei dati in modo del tutto personalizzato, senza dimenticare poi l’aggiunta di nuovi formati di celle per le eventuali date da inserire e nuove valute.
  • Modifica della tipologia di testo, da maiuscolo a minuscolo e viceversa. Questa modifica ora può essere effettuata in un paio di click appena.
  • Modifica rapida dei livelli di una lista, anche in questo caso tramite un solo pulsante presente in Home oppure tramite la funzione Tab.
  • Controllo ortografico lato client.
  • Pulsante di aggiunta file ai preferiti.
  • Nell’editor delle presentazioni, aggiunta di impostazione del setting della trasparenza tra le proprietà delle slide nel pannello a destra e di impostazione della colonna di testo sulla barra degli strumenti.

Si tratta di una lista davvero molto lunga, che fa comprendere come questa nuova versione della suite sia migliorata in modo intenso rispetto alla versione precedente, un miglioramento che consente senza alcun dubbio di lavorare davvero al meglio, in modo performante, più veloce, più semplice.

Lev Bannov, Founder e Ceo di ONLYOFFICE

La rivoluzione digitale: Uania presenta UaniaDesk e la connessione veloce a portata delle aziende

Quella che tutte le aziende italiane, e non solo, stanno mettendo in atto nel corso di questi ultimi anni deve essere considerata come una piccola rivoluzione digitale e tecnologica. Finalmente le aziende stanno imparando come sfruttare il web e le nuove tecnologie per riuscire a diventare sempre più efficienti, veloci e precise nel loro lavoro. Dopotutto, essere concorrenziali è infatti l’unico modo possibile per riuscire a sbaragliare le altre aziende del proprio settore e mettersi sulla strada del successo. 

Non per tutte le aziende questo percorso è semplice, in modo particolare per quelle realtà che operano in zone dove la connessione veloce è limitata. Sembra assurdo che ancora oggi esistano delle zone con queste caratteristiche, ma è proprio così. Certo c’è la connessione satellitare da poter sfruttare, ma i costi possono essere proibitivi per alcune realtà. Per fortuna c’è Uania, nata solo nel 2019 ma che ha già contribuito in modo produttivo alla rivoluzione tecnologica e digitale di molte realtà business. 

Cosa offre Uania ai clienti business

Tutte le aziende e i liberi professionisti, che lavorano in zone dove non è presente una connessione veloce, possono sfruttare le UaniaBox, collegate al portare UaniaCloud. Grazie a questi due elementi è possibile aggregare varie connessioni WAN . Il risultato è una sola connessione, con un solo profilo ID quindi, ad alta velocità. Finalmente con questa soluzione connettersi alla rete non è più un problema ed è possibile portare avanti la propria attività senza più alcun tipo di ostacolo. 

Uania ha creato una rete di partner dislocati in tutta Italia, al fine di rendere più semplice la commercializzazione di questo servizio e poter garantire interventi tecnici veloci ed efficienti. Il cliente finale quindi non contatta Uania, ma uno dei suoi partner, quello a lui più vicino. Ecco UaniaDesk. 

Uania Desk, una novità davvero molto importante in casa Uania 

UaniaDesk è una piattaforma web che permette ai partner di gestire le UaniaBox dei loro clienti in modo semplice, veloce ed efficiente. Semplifica prima di tutto la commercializzazione stessa delle box, dato che il partner ha la possibilità di avere un contatto diretto con il commerciale di riferimento e di ordinare le box per i clienti, di smistarle in modo semplice e di attivarle e configurarle da remoto in pochi semplici gesti. Consente anche di tenere sotto controllo l’andamento delle vendite. 

Semplice poi la gestione dell’assistenza, dato che è possibile gestire i ticket di assistenza direttamente dalla piattaforma.. 

Con UaniaDesk si va a semplificare il lavoro dei partner e a garantire al cliente finale la possibilità di ottenere un servizio di assistenza di altissimo livello, così da rispondere alle sue esigenze in modo preciso, mirato, veloce.

Ricorrere alla Tecnologia per scoprire un Tradimento

A Roma, il caso più comune per chi cerca aiuto da un’ Investigatore Privato Roma è il tradimento coniugale o l’infedeltà, perché le foto che mostrano una relazione extraconiugale (se non contestata) sono prove inconfutabili di adulterio e non richiedono ulteriori indagini. Indagini o testimonianze di investigatori privati. Pochi sanno che se l’indagine di infedeltà viene svolta da un istituto di Roma o da un investigatore privato autorizzato, non solo possono ottenere gli alimenti o l’affidamento di minori, ma anche accuse di negligenza. Il coniuge infedele subentra. Vediamo quindi come scegliere il miglior investigatore privato per dimostrare l’infedeltà matrimoniale.

Investigatore privato a Roma: come scegliere

Quando vuoi trovare prove di infedeltà coniugale, il nostro consiglio è di rivolgerti a investigatori privati esperti, come quelli che lavorano all’Agenzia Investigativa Mario Verdile e rinunciano al “fai da te”. Linvestigatore privato Roma, invece, è autorizzato a condurre ricerche e ad immortalare il traditore con video e foto che ne riportano la data e l’ora e ad incorporarlo nella relazione tecnica che verrà consegnato al cliente dopo ogni indagine. Tuttavia, in tutti questi casi, è importante scegliere un investigatore privato con molti anni di esperienza alle spalle e assicurarsi che il consiglio sia semplice e chiaro, ma la cosa più importante è firmare il contratto solo di persona, mai chiamare o trattenere in un luogo pubblico l’ incontro.

Investigatore privato Roma: come si avvia un’indagine per infedeltà coniugale

Dopo un’opportuna valutazione con il cliente, vengono avviate le indagini da attuare e gli impegni finanziari necessari per ottenere risultati specifici per ciascuna indagine di infedeltà coniugale e tradimento. L’obiettivo di un investigatore privato è quello di fornire una persona esperta e perspicace. Lo scopo è trovare prove utili per dimostrare l’infedeltà matrimoniale e per essere efficaci in tribunale, ma la cosa più importante è redigere una relazione da utilizzare successivamente in procedimenti di separazione o divorzio. In tutti questi casi, è anche importante analizzare il significato del concetto di infedeltà coniugale ai fini legali e quando è effettivamente necessaria un’indagine per rivelare questo fatto.

Come scegliere la tipologia giusta di fotocamera

Decidere quale sia il modello più adeguato non è semplice in quanto esistono in commercio molteplici tipologie. Pertanto la persona interessata potrebbe trovarsi in difficoltà nel decidere il tipo più idoneo per le proprie esigenze.

Ecco perché risulta fondamentale conoscere generalmente il mondo inerente la fotografia, in maniera tale da riuscire a comprendere nel modo migliore cosa propone il settore commerciale riguardante la vendita delle “fotocamere” e cosa si accosta meglio alle nostre necessità.

Oggigiorno la scelta è molto ampia poiché si basa su tipologie come la compatta “colorata” fino a giungere alla “reflex” che si associa maggiormente ai prototipi scelti dai professionisti. Poi ci sono pure le “compatte” di qualità superiore e le fotocamere “bridge”.

Le diversificazioni tra questi prodotti è associata agli svariati bisogni che ogni individuo può avere, seguendo i consigli di Sabatini Fotografia, si può scegliere la fotocamera giusta. Come accade per qualsiasi articolo di genere elettronico, dobbiamo prima capire bene di cosa abbiamo necessità e solo dopo propendere su una lista di articoli.

Quali sono le vostre occorrenze?

È rilevante porsi delle precise domande prima di concretizzare il proprio acquisto, perché così si potrà effettuare una compera giusta evitando di svolgere degli acquisti sbagliati.

Quindi è essenziale pensare allo scopo per cui si ha bisogno di una “fotocamera” e per cosa sarà adoperata, se servirà per motivazioni professionali o soltanto per avvenimenti piacevoli e importanti riguardanti la propria famiglia.

Le grandezze migliori

Il primo aspetto che si distingue quando si guarda la vetrina di un esercizio commerciale che vende questi determinati prodotti è l’ampia scelta a disposizione. Il formato della fotocamera è la prima cosa che si osserva. La “compatta” ha delle dimensioni alquanto ridotte, un peso molto lieve e dunque si può portare dietro anche quotidianamente senza alcuna problematica. La “bridge” al contrario ha un formato consistente e un grande peso ma in compenso ha una tipologia di impugnatura molto più comoda e funzionale.

Un’ “ultra-compatta” ha un modo di accedere ai comandi meno comodo, ne consegue che se avete delle mani molto ampie allora sicuramente non si suggerisce di comprare il tipo “super-slim“. Si deve anche valutare il fatto che portare appeso al collo un prodotto che pesa molto certamente risulta assai scomodo se non si usa per motivi lavorativi.

Considerazioni finali

In definitiva e come si è specificato precedentemente, in base al motivo per cui si debba fotografare si potrà poi decidere il prototipo più adatto a noi. Sicuramente se si tratta di adoperare una fotocamera per motivazioni professionali, allora si opterà per un tipo superiore che avrà conseguentemente pure un costo maggiore.

Se invece dovesse servire solo per diletto, in tal caso si potrà decidere di comperare anche una tipologia meno costosa ma comunque con funzionalità adeguate per quest’utilizzo.

Come trasferire file di grandi dimensioni on-line

Quando si devono trasferire file di grandi dimensioni, la domanda che tutti si fanno è quale software o tool usare. Non tutti conoscono, infatti, ancora i vantaggi di WeTransfer. Di cosa si tratta e come si usa? Scopriamolo in questo post.

We Transfer: il modo più semplice per inviare file pesanti

Come detto, WeTransfer è un comodo servizio per lo scambio via email di file fino a 2GB senza occupare spazio nella casella o bloccare il server. Un ulteriore vantaggio è che il tool è gratuito e, se si sceglie la versione WeTransfer Plus a pagamento, offre anche altre funzioni aggiuntive. Vediamo come si utilizza.

Come si inviano i file con WeTransfer

WeTransfer è apprezzato da tutti anche per la sua semplicità, dato che basta andare sul sito e accettare i termini per accedere alle diverse funzionalità offerte. In particolare si aprirà un form in cui aggiungere uno o più file da inviare per un massimo di 2GB, che saranno caricati sul server di WeTransfer.

Successivamente sarà necessario inserire l’email dei destinatari, fino ad un massimo di 20, e del mittente, oltre ad un messaggio facoltativo. A questo punto, cliccando su Transfer invierete il file con Wetransfer. Ricordiamo, tuttavia, che la versione gratuita del software non prevede la crittografia. Cosa significa? Tutti i dati scambiati con upload e download sono esposti, se caricati da una rete condivisa o pubblica. Si può, però, risolvere il problema realizzando un apposito archivio protetto da password.

Come si ricevono e scaricano i file con WeTranfer

Chi usa We transfer da utente e non da mittente, quando riceve un file viene avvisato con una email molto semplice, che indica indirizzo del mittente, messaggio e link per scaricare il materiale ed i file condivisi. Per chi riceve i file è importante sapere come questi non siano a disposizione in eterno, ma dopo un periodo di 7 giorni vengono cancellati dal server anche se non sono stati ancora scaricati.

Su WeTransfer si possono inviare diversi tipi di file, potenzialmente di qualsiasi tipo e non solo immagini. Inoltre, per la comodità di chi li riceve si possono inviare anche cartelle e archivi zip, per evitare la fatica di caricare ad uno ad uno i singoli file.

WeTranfer Plus: la versione a pagamento del servizio

Accanto a WeTransfer esiste anche la versione a pagamento del servizio ovvero WeTransfer Plus, che offre funzionalità più avanzate dietro un pagamento di 12€ al mese o 120€ all’anno. In particolare, è possibile inviare file fino a 20 GB, ma anche personalizzare la pagina di download e proteggere i file con una password. Non è tutto: WeTransfer Plus è anche un cloud personale, che mette a disposizione degli utenti uno spazio di 100GB.

In conclusione, parlare di questo servizio significa riferirsi a un servizio di file hosting per la condivisione via email, anche se consigliamo di utilizzare la versione gratuita dato che i vantaggi del cloud sono offerti anche da Google Drive. Anche We Transfer gratis, infatti, è un servizio comodo e alla portata di tutti, disponibile anche su un app per Android e iOS per chi ha bisogno di accedere ai file in mobilità.

L’app WeTransfer

Oltre al servizio via desktop, WeTransfer offre anche un’app per Android e iOS, anche se non offre tutte le funzionalità del sito web. Si può usare per inviare esclusivamente materiali, foto e video presenti sullo smartphone dell’utente: si tratta, tuttavia, di un vantaggio in più soprattutto per chi è spesso in viaggio o usa poco il PC per lavorare.