Archivio dell'autore: admin

Camicia blu: una tendenza da non lasciarsi sfuggire

Cari uomini, siamo andati a sbirciare per voi le passerelle delle maison più famose al mondo e abbiamo scoperto che, se volete davvero essere di grande tendenza, dovete necessariamente avere nel vostro guardaroba una camicia blu oppure una camicia in una delle molte tonalità dell’azzurro oggi disponibili.

La camicia blu non ha certo fatto la sua comparsa nel mondo della moda maschile quest’anno, possiamo anzi a pieno titolo considerarla come un vero e proprio evergreen. Dobbiamo ammettere però che se fino a qualche anno fa il blu veniva relegato solo ai capi di abbigliamento di stampo più classico, oggi è possibile scovare anche camicie blu dal sapore più moderno e giovane, ideali sia per coloro che vogliono un look formale che per coloro che invece vogliono poter ottenere un mood stravagante che sia in grado di rispecchiare appieno la loro personalità.

La camicia blu si presta a molte diverse tipologie di accostamento, ma senza alcun dubbio quello che da generazioni gli uomini amano di più e che anche quest’anno già fatto la sua comparsa in passerella è l’accostamento blu e bianco. Si viene in questo modo a creare uno stile navy che è semplicemente perfetto per l’estate, ideale soprattutto nelle località di mare, per un aperitivo in spiaggia, per un’uscita in mare con la propria barca a vela. Per completare il look, sono immancabili gli accessori rossi, magari una cintura o un foulard. Per coloro che sono alla ricerca di un accostamento un po’ più moderno, non possiamo che consigliare un total look blu con qualche accenno di giallo senape.

La camicia blu può ovviamente essere scelta in una versione iper elegante, per coloro che devono andare ad una cerimonia o che hanno bisogno di un look per l’ufficio che lo faccia distinguere da tutti gli altri. Può però anche essere scelta in una versione più casual, da indossare nel tempo libero, magari in possesso di tasche e di collo alla coreana. La camicia blu è disponibile anche in denim, per tutti gli uomini che vogliono un look country per il loro tempo libero, cowboy dell’epoca contemporanea.

La camicia azzurra è una tendenza se possibile ancora più hot, declinata in molte sfumature come il turchese, la carta da zucchero o la tonalità acquamarina. Solitamente le camicie in queste tonalità non sono troppo eleganti, ideali quindi solo ed esclusivamente per il tempo libero. L’abbinamento migliore è con il blu, il bianco e il rosso, soprattutto bermuda, per un look estivo, leggero, spensierato che risulta perfetto per le vacanza.

Attenzione, se volete davvero che la camicia che avete scelto sia bellissima, non possiamo che consigliarvi di scegliere un marchio che vi offra tessuti di prima scelta. Per quanto riguarda le vacanze, se già sapete che non avrete a disposizione un ferro da stiro, meglio optare per delle camicie che non devono essere stirate, per fortuna oggi davvero molto diffuse. In questo modo anche in vacanze sarete sempre impeccabili e non dovrete andare alla ricerca frettolosa di una tintoria a cui affidare, magari anche ad elevato costo, i vostri capi di abbigliamento.

Un paese in continua evoluzione: sempre più imprese italiane scelgono la fattura elettronica

Per anni l’Italia è stato un paese piuttosto statico dal punto di vista dell’innovazione e della ricerca di soluzioni sempre più tecnologiche. A causa di questo, le imprese italiane si sono ritrovate irretite in una burocrazia e in un’amministrazione lente, improntate al cartaceo, incapaci di riuscire a stare al passo con i cambiamenti della nostra epoca contemporanea. Oggi qualcosa sta fortunatamente cambiando. Sono sempre più numerose infatti le imprese che hanno compreso l’importanza delle nuove tecnologie, dell’innovazione, di tutti quegli strumenti che possono consentire una velocizzazione del lavoro e della burocrazia e un risparmio intenso di denaro.

Tra le innovazioni in assoluto più importanti degli ultimi anni che consentono di ottenere proprio questo, dobbiamo ricordare la fattura elettronica, scelta, stando ai risultati della Digital Economy and Society Index, già da oltre il 30% delle imprese italiane. Pensate che questa percentuale è davvero molto elevata rispetto alla media europea, da un po’ di tempo ormai assestatasi infatti intorno al 18%. Gli unici paesi europei che risultano migliori rispetto all’Italia sono la Svezia in cui il 33% delle imprese ha scelto la fattura elettronica, la Slovenia che ha raggiunto una percentuale del 57%, la Danimarca con il 64% e infine la Finlandia dove, pensate, le imprese che fatturano con questa innovativa modalità sono ormai il 72% di tutte quelle presenti nel paese.

Velocizzazione del lavoro, semplicità di gestione delle fatture e intenso risparmio economico, questi sono i vantaggi più immediati della fatturazione elettronica, quelli che spingono le imprese a sceglierla. A nostro avviso c’è però un vantaggio su più larga scala che merita di essere preso in considerazione: in Italia la cultura digitale purtroppo manca e avere la possibilità di garantire una sua diffusione significa mettere l’Italia intera sulla strada del progresso, consentendo all’Italia di essere più moderna, al passo con i tempi che corrono, pronta a sostenere al meglio ogni cambiamento. La fatturazione elettronica deve quindi essere considerata come il primo passo verso una cultura digitale diffusa.

Il modo migliore per le imprese italiane di gestire questa nuova modalità di fatturazione al meglio, è fare affidamento su un servizio professionale. Deve trattarsi di un servizio che non consenta solo ed esclusivamente l’elaborazione delle fattura nell’apposito formato XML, ma che consenta anche di trasmettere le fatture in modo sicuro e veloce, di gestire le notifiche e di conservare le fatture secondo le normative vigenti. Ovviamente è sempre bene scegliere un servizio che consenta anche la ricezione delle fatture passive, così da avere la possibilità di tenere sempre sotto stretto controllo la situazione.

Optando per un servizio professionale di questa tipologia, ogni impresa italiana ha la possibilità di mettersi sulla strada delle digitalizzazione, di migliorare e di consentire anche all’Italia intera di trasformarsi e di diventare più innovativa.

Il servizio Multi Pec di Start Up srl

Il servizio Multi Pec di Start Up srl permette di trovare un rimedio a uno dei problemi tipici della posta elettronica certificata, e cioè l’impossibilità di usare il campo CCN, quello della copia nascosta, che permette di spedire un messaggio a più destinatari. Con Multi Pec, questo inconveniente viene meno: l’utility mette a disposizione l’opportunità di selezionare, con una semplice spunta, i destinati di un messaggio di posta elettronica certificata. Il funzionamento è simile a quello di una pec normale: è sufficiente scrivere il testo che si vuole inviare ed eventualmente allegare i file. Dopodiché, per personalizzare in modo automatico il testo della pec e l’oggetto si può sfruttare la funzione Stampa / Unione, e a quel punto è tutto pronto: si può spedire la pec a più destinatari, partendo dagli indirizzi segnalati negli elenchi.

Ovviamente ciascun destinatario riceverà unicamente il messaggio a lui destinato, e nessuno potrà vedere gli indirizzi di posta elettronica degli altri destinatari, proprio come quando ci si affida alla copia nascosta. I vantaggi che vengono offerti da Multi Pec sono molteplici, a cominciare dalla versatilità del servizio, che può essere configurato come si vuole: il database in cui sono inseriti gli indirizzi dei destinatari, per esempio, può essere gestito attraverso vari filtri, in modo tale che i nominativi vengano raggruppati in insieme logici. Il tutto è orginato in un foglio di calcolo OpenOffice o Excel, all’insegna della massima precisione.

Nel caso in cui si abbia la necessità di usare gli indirizzi di posta elettronica certificata che vengono selezionati anche in altri applicativi, o semplicemente con un’altra casella mail, basta ricopiarli negli appunti e poi incollarli.

Insomma, questo strumento è in grado di superare il limite tipico delle pec, consentendo di inviare messaggi a più destinatari in modo semplice ed efficace. Ogni invio è registrato, per poi essere archiviato all’interno di un file di log. Multi Pec può essere utilizzato da chiunque: dalle industrie e dalle imprese di piccole, medie o grandi dimensioni, ma anche dalle agenzie di servizi alle aziende, dalle cooperative, dagli studi professionali, e così via. Le opzioni disponibili sono numerose: non solo l’invio di una pec massiva a destinatari diversi, ma anche l’invio di una mail massiva singolarmente a più di un destinatario e persino l’invio di sms. In questo caso, le modalità da seguire per la selezione dei destinatari non cambiano: il gestore Volasms si occupa del numero dei crediti sms che rimangono dopo ogni utilizzo. 

 

Espositori in cartone: davvero sono la scelta ideale per le fiere di settore?

Le fiere di settore sono eventi davvero molto importanti per le aziende, eventi che possono fare la differenza in quanto consentono ad ogni realtà aziendale di allargare notevolmente i propri orizzonti e di raggiungere il cuore di molti possibili clienti o collaboratori, difficilmente raggiungibili con altri mezzi.

Ovviamente sono disponibili fiere di settore di varia tipologia. Ci sono, ad esempio, le fiere destinate solo agli addetti ai lavori: occasione ideale questa per accrescere il proprio business dall’interno, per creare una rete di collaborazioni che potrebbe portare ad un punto di svolta davvero molto importante. Ci sono poi anche le fiere destinate anche al grande pubblico, dove è possibile riuscire quindi ad accrescere senza grandi sforzi la propria clientela. Ci sono poi quelle fiere che non sono destinate ad un settore specifico, ma che vogliono riuscire a mettere in mostra le eccellenze più interessanti di un territorio, fiere che forse possono essere, dobbiamo ammetterlo, un po’ dispersive, ma che consentono comunque di mettersi in mostra in modo davvero eccellente.

Qualunque sia la fiera a cui avete deciso di partecipare o a cui siete stati invitati, è ovvio che avrete bisogno di espositori ad hoc che vi permettano di catturare l’attenzione dei potenziali clienti. Ma quali sono gli espositori migliori? Quale materiale è il più adatto? È vero che gli espositori in cartone sono una delle scelte migliori che le aziende possano fare? Sembra strano, ma è proprio così. Sembra strano perché oggi sono molti altri i materiali con cui gli espositori possono essere realizzati e su cui è possibile stampare, materiali che però hanno dei lati negativi che invece il cartone non possiede.

Come abbiamo appena detto su molti altri materiali è oggi possibile stampare, ma il cartone permette una stampa ad altissima risoluzione sicuramente più nitida e capace di durare molto più a lungo nel tempo. Inoltre, nonostante anche gli altri materiali possano essere tagliati in molte diverse forme, il cartone si presta ad ogni possibile sagomatura, anche a quelle più complesse, permettendo così agli espositori che andrete a realizzare di distinguersi nella massa. Il cartone inoltre è davvero molto leggero e quindi semplice da realizzare. Si tratta anche di un materiale ecologico, che permette quindi alla vostra azienda di mostrarsi come sostenibile dal punto di vista ambientale, un dettaglio questo che, possiamo assicurarvelo, non dovete assolutamente sottovalutare.

Ovviamente non è facile trovare aziende che siano davvero in grado di garantirvi una qualità eccelsa, perchè molte sottovalutano purtroppo il potere che il cartone detiene e tutti i vantaggi del suo utilizzo. Possiamo consigliarvi noi un’azienda davvero molto interessante, GekoPrint. I professionisti che lavorano in GekoPrint sono in grado di realizzare ogni genere di espositore in cartone per i più disparati utilizzi, garantendovi una grafica eccellente e una stampa di alta qualità. Il tutto direttamente dal computer: potete progettare il vostro espositore e inviarlo in stampa in due click appena, ricevendolo direttamente in ufficio oppure a casa. I prezzi inoltre, è giusto ricordarlo, sono davvero concorrenziali rispetto alla media di mercato. Provare per credere!

Cos’è Google Maps Business Wiew

Una possibilità offerta da Google, molto utile a chi possiede un’attività da pubblicizzare e, allo stesso tempo, interessante per i fotografi professionisti.

Google ha, infatti, allargato la tecnologia Street View creandone un’importante variante attraverso il progetto Google Maps Business View. Adesso, quando viene effettuata una ricerca su Google, si può accedere subito e virtualmente all’interno di una attività, effettuando una semplice ricerca su Google maps o Google, sia da desktop che da dispositivo mobile. Per capire a fondo le potenzialità di questo “prodotto” di Google non bisogna commettere l’errore di pensare che si tratti solo di “belle foto”.

Con l’utilizzo di questo servizio, infatti, le attività mettono a disposizione dell’utente/navigatore importanti informazioni che non sono normalmente subito visibili da una classica ricerca Google; quindi orari di apertura, categoria commerciale, sito di riferimento, recensioni, etc. il tutto velocemente e direttamente anche vostro smartphone. L’utilità del servizio Google Maps Business View è a beneficio sia di grandi catene nazionali di grande distribuzione sia di piccole attività locali.

In che modo questo nuovo servizio coinvolge anche i fotografi professionisti? Per potere far parte della rete Google Maps Business View (GMBW) il responsabile di un’attività, deve ingaggiare un fotografo certificato (da Google) che, con strumenti professionali e dedicati al servizio effettuerà un tour virtuale a 360° di alta qualità.

Ad esempio, un piccolo e caratteristico bistrot, ha recentemente deciso di testare questa tecnologia per valutarne i benefici, ha così deciso di ingaggiare un fotografo professionista (certificato da Google) per realizzare il tour della location, e aiutare l’azienda nell’integrazione delle informazioni mancanti nel profilo Google.

Già durante il primo mese, le loro statistiche Google Business Insights hanno mostrato un numero di visite ben più alto rispetto a quello delle visite dirette al loro sito web. Dalle statistiche stesse si è visto che un elevatissimo numero di telefonate provenivano direttamente dall’applicazione Google Maps per smartphone.

Si è dimostrato, ad esempio negli USA, che questa tecnologia ha dato prova di essere uno dei più validi e preziosi strumenti di marketing per ogni tipologia di business.

Witapp.it, applicazioni su misura per piccole e medie imprese

Se si dovesse identificare la parola più adatta per descrivere le peculiarità tecnologiche di questi anni, probabilmente la scelta cadrebbe su “applicazione”, oppure sul suo abbreviativo “app”. Complici lo sviluppo progressivo della tecnologia smart e della cosiddetta economia di condivisione o “sharing economy”, le applicazioni per smartphone o pc sono diventate lo strumento predominante nel mondo del lavoro, degli scambi e delle attività commerciali, rendendosi pressoché indispensabili a chi cerchi oggi di lanciarsi nel mercato.

Parlare di app significa quindi parlare di un universo vasto e articolato, altamente professionalizzato, che unisce uno sguardo creativo sul futuro alla capacità tecnica di trasformare un’idea in codici e stringhe e, in buona sostanza, di darle vita reale. E non è un caso, infatti, che ad oggi maneggiare i linguaggi di programmazione ed essere in grado di offrire servizi di creazione di siti web ed app collegate siano considerate skills di valore ed importantissime nel mondo aziendale, delle start-up e della comunicazione.

Negli ultimi anni, sono nate applicazioni per ogni cosa. Si passa dalle applicazioni social per restare in contatto con amici, conoscenti e parenti in tutto il mondo, alle applicazioni di sharing, che permettono cioè di condividere beni o servizi sulla base del reciproco bisogno e della vicendevole necessità. Ci sono poi le app specifiche per restare aggiornati sulle attività di una catena di negozi, per essere a conoscenza delle novità o per interagire direttamente con un’azienda. Quel che è certo, è che le app forniscono servizi sempre più articolati e vari e sono diventate capaci, nel corso degli anni, di sopperire ad esigenze e necessità molto diversificate e in qualunque ambito: moda, food, tecnologia, viaggi, cultura, persino artigianato o agricoltura. Sono quindi la testimonianza perfetta della possibilità reale di commistione tra innovazione e tradizione.

Le potenzialità delle applicazioni si muovono nel campo della progressiva digitalizzazione dei processi lavorativi e della comunicazione, che rischia però di lasciare scoperte attività per definizione lontane – o che non si sono mai realmente interessate – dal mondo della tecnologia e della promozione web. Per tale motivo, sono sempre più diffuse le realtà individuali o aziendali che, forti della loro preparazione professionale, offrono servizi di affiancamento alle piccole e medie imprese nella promozione delle loro attività nel mondo del web e del social web, permettendo loro di non essere escluse da un ambito sempre più predominante, e in costante e velocissimo mutamento.

Un ottimo esempio in questo senso è Witapp.it, nata da un’idea di Giovanni Pugliese e Francesco Ferraro e improntata sulla volontà di mettere la propria esperienza al servizio del miglioramento dell’efficienza delle organizzazioni tramite l’utilizzo dedicato delle nuove tecnologie, con attenzione particolare al mondo del web e del mobile web. Witapp, infatti, offre servizi di creazione di applicazioni specifiche, di siti web ed e-commerce e di servizi integrati, corredati da programmazione specifica, licenza d’uso lifetime (che non richiede cioè canoni mensili da pagare per poter utilizzare il prodotto, fatta eccezione per un canone annuo di aggiornamento così che l’applicazione possa essere utilizzata anche sui sistemi nuovi del futuro) e integrazione con il network gestionale del cliente.